Teaser

Experience

Prototipo

Installazione interattiva, informativa e site specific per il teatro Marinoni a Venezia

Keepsake, installazione interattiva


Keepsake è un’installazione interattiva, informativa e site-specific all’interno del Teatro Marinoni, un teatro a lungo abbandonato e ora minacciato situato nel Lido di Venezia. L’installazione rievoca le immagini e i suoni del teatro degli anni ’30, anni in cui ha regalato gioia, serenità e divertimento ai pazienti del vicino ospedale balneare. Gli spettatori dell’installazione diventano custodi dei ricordi del luogo, grazie alla loro visita il teatro rivive e rende le persone consapevoli del suo valore.

Keepsake permette alle persone di vivere un’esperienza romantica e malinconica, attraverso suoni e immagini. L’installazione è un sistema invisibile ma sensibile alla presenza delle persone. Quando una persona cammina per il teatro accade qualcosa di inaspettato: questa viene accolta dal rumore del mare e una grande foto appare su tutte le finestre. Guardando questa immagine l’utente è in grado di vedere i luoghi che hanno caratterizzato il teatro in passato. L’interazione è molto intuitiva: la presenza di una persona scatena la risposta del sistema, senza richiedere un’azione intenzionale.

Per il prototipo abbiamo ricreato l’esperienza visiva e sonora dell’installazione in laboratorio. A causa delle ridotte dimensioni della stanza laboratorio abbiamo deciso di simulare la proiezione di due sole finestre. Spazio e codice sono stati studiati insieme per creare un prototipo convincente. Non solo abbiamo ridotto la scala della proiezione, ma ogni elemento che compone il nostro prototipo è stato adattato alla stanza. Il prototipo è realizzato con: un proiettore, una webcam che rileva il movimento della persona, degli altoparlanti e un laptop per elaborare i dati e collegare tutti i dispositivi.


L’installazione si trova nel Teatro Marinoni, uno dei tanti edifici abbandonati nel complesso dell’Ospedale al Mare del Lido di Venezia.

Nato nel 1926 per sostituire un precedente centro ricreativo, fu regalato ai veneziani dall’uomo che lo fece costruire, Mario Marinoni.

Abbiamo scelto questo luogo per il suo fascino. Il teatro si trova due passi dal mare, oltre ad essere un bel teatro era anche un luogo speciale, qui i pazienti, potevano praticare l’elioterapia e sfruttare i benefici dell’esposizione al sole. Ad oggi è uno spazio pubblico, ma rischia di scomparire e diventare un complesso alberghiero.


Ho indagato la storia e l’immaginario legato al teatro, con l’obiettivo di creare un’atmosfera che rendesse giustizia alla memoria del teatro. Esplorando l’archivio Giacomelli (archivio contenente le immagini del teatro), il team e io abbiamo estrapolato le immagini che meglio si adattavano allo sviluppo del progetto. Durante la progettazione di dettaglio è ho lavorato sulle problematiche di realizzazione, le soluzioni di questa progettazione sono state poi utilizzate nella realizzazione dei prototipi. Mi sono occupato della configurazione e nell’implementazione delle strutture fisiche necessarie per l’installazione.

Mi sono occupato inoltre della realizzazione dei modelli 3D del teatro, al fine di decidere nel dettaglio i requisiti tecnologici audio e video. Insieme a Claudia mi sono occupato di shooting e post produzione dei video di Teaser, Esperienza e del video documentale del Prototipo.